Nuove agevolazioni per la partecipazione a fiere extra UE

22 Novembre 2016

Nuovi benefici per le PMI italiane che operano su mercati extra UE. Tra le misure a favore dell’internazionalizzazione delle imprese è stato inserito uno strumento che agevola la partecipazione delle aziende italiane a fiere e/o mostre per accrescere la visibilità del loro brand nei paesi extra UE.

La misura è strutturata sotto forma di finanziamento agevolato e può coprire fino al 100% delle spese ammesse (consulenze, affitto stand, viaggi, personale, etc). L’importo massimo agevolabile è di 100.000 euro mentre la durata prevista per il finanziamento è di 3,5 anni, di cui 18 mesi di preammortamento. Tra i molti vantaggi di questo strumento troviamo il tasso agevolato al 10% rispetto a quello di riferimento UE e la possibilità di partecipare a più manifestazioni anche nello stesso paese, oltre che di presentare un piano per 3 differenti paesi. Non è prevista, inoltre, la necessità di presentare alcuna garanzia per ottenere l’agevolazione; salvo il caso in cui la quota del finanziamento ecceda il margine operativo lordo dell’ultimo bilancio aziendale.

Queste misure permetteranno alle imprese di ottenere maggiore visibilità per il proprio brand presso i buyer di settore ed espandere così la propria quota di mercato nei paesi al di fuori dell’Unione Europea.