Bando ISI INAIL per la salute e sicurezza

uomo sicuro bando isi inail sicurezza e salute sul lavoro 7 Gennaio 2019

L’INAIL ha stanziato circa 370 milioni per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Beneficiari

Il Bando Inail si rivolge a tutte le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio industria e artigianato, e agli enti del terzo settore.

Attività finanziabile 

Questo bando ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché, incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

Spese ammesse

I progetti ammessi a finanziamento possono riguardare:

  • Investimenti relativi alla riduzione del rischio (chimico, rumore, da vibrazioni meccaniche, biologico, di caduta dall’alto, infortunistico, sismico, da lavorazioni in spazi confinati e/o sospetti di inquinamento);
  • l’Adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • Riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (legato ad attività di sollevamento, abbassamento e trasporto di carichi, traino e spinta di carichi);
  • la Bonifica da materiali contenenti amianto (rimozione di intonaci in amianto, piastrelle e pavimentazioni in vinile amianto, coperture, rimozione di MCA da impianti e attrezzature, rimozione di cassoni, canne fumarie, comignoli)
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nei settori Pesca e Tessile-Confezione-Articoli in pelle e calzature
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli

Le spese ammesse a finanziamento devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 30 maggio 2019.

Agevolazione

La misura stabilisce che:

  • Assi 1,2,3 un finanziamento in fondo perduto pari al 65% delle spese sostenute fino al massimo erogabile di 130.000 € ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 5.000 €;
  • Asse 4 fino al massimo erogabile di 50.000€ ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 2.000,00€;
  • Asse 5
    • 40% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole);
    • 50% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.2 (giovani agricoltori).

    Il finanziamento massimo erogabile è pari a 60.000€ per un finanziamento minimo è pari a 1.000€.

Il bando NON è cumulabile con altri finanziamenti pubblici sul progetto oggetto della domanda, è CUMULABILE con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito.

Scadenza

Le domande potranno essere presentate dal prossimo 11 aprile e fino al 30 maggio 2019.

I progetti che avranno raggiunto o superato la soglia di ammissibilità potranno accedere alla fase successiva di invio della domanda.

I fondi saranno assegnati  secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande.