Contributi per la digitalizzazione I4.0 per la Camera Treviso-Belluno: domande dal 4 febbraio 2019

industria 4.0 1515575775 - Contributi per la digitalizzazione I4.0 per la Camera Treviso-Belluno: domande dal 4 febbraio 2019 15 ottobre 2018

Il bando è finalizzato a promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale in ottica Impresa 4.0.

Sono proposte due misure al fine di promuovere l’acquisizione, da parte delle MPMI che tramite  servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0, hanno lo scopo, a lungo termine di stimolare la domanda da parte delle imprese del territorio della Camera di commercio, di servizi per il trasferimento di soluzioni tecnologiche e/o realizzare innovazioni tecnologiche e/o implementare modelli di business derivanti dall’applicazione di tecnologie I4.0.

Localizzazione

L’investimento oggetto dell’agevolazione deve essere realizzato e localizzato nel territorio della Regione Veneto territorio camerale Treviso-Belluno.

Soggetti beneficiari

Micro, piccole e medie imprese di tutti i settori economici attraverso:

  • la diffusione della “cultura digitale” tra le MPMI della circoscrizione territoriale camerale;
  • l’innalzamento della consapevolezza delle imprese sulle soluzioni possibili offerte dal digitale e sui loro benefici;

Spese ammissibili

Sono ammissibili nell’ambito

Misura A:

  • solo i costi direttamente riguardanti la fornitura dei servizi di consulenza previsti dal presente;

Misura B:

  • Beni strumentali alla trasformazione tecnologica come:
  • Software, piattaforme e app di qualificazione;
  • Software, piattaforme e app dei materiali;
  • Software, piattaforme e app di produzione e cloud;
  • Macchine laser;
  • Impianti per la trasformazione dei materiali;
  • Assemblaggio e confezionamento;
  • Robot;
  • Strumenti di pesatura.

Intervento

Il bando intende finanziare, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto. L’intensità del contributo è pari al 50% della spesa sostenuta e effettivamente ammissibile ad altre imposte e tasse relativi a:

MISURA A: acquisizione di servizi di consulenza finalizzati all’introduzione delle seguenti tecnologie di innovazione tecnologica I4.0, tra gli interventi ammessi ci sono le seguenti tecnologie innovative:

  • manifattura additiva;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa del e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • simulazione;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • Industrial Internet e IoT;
  • cloud;
  • cybersicurezza e business continuity;
  • big data e analytics;
  • sistemi di e‐commerce;
  • software, piattaforme e applicazioni digitali;
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fatturazione elettronica;
  • sistemi di e‐commerce;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in‐store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • soluzioni tecnologiche digitali finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”).

Per un limite:

  • min di 2.000€ a un massimo di 5.000€

MISURA B: acquisto di beni strumentali

Per un limite:

  • min di 5.000€ e un massimo di 12.000€

L’importo massimo del contributo erogabile di entrambe le misure è di 17.000€

 

Importo massimo per gli aiuti concessi alle imprese di settore primario di prodotti agricoli è di 15.000€

Gli aiuti previsti dal presente Bando sono cumulabili, per gli stessi costi ammissibili, con altri aiuti di Stato ai sensi dell’art. 107, par.1 del Trattato e con aiuti in regime “de minimis”.

La domanda potrà essere presentata a partire dal 4 febbraio 2019 entro il 30 Aprile 2019.