In arrivo il nuovo fondo nazionale per l’efficienza energetica

14 marzo 2018

Con decreto DM 22 dicembre 2017, il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato in Gazzetta Ufficiale il regolamento del Fondo nazionale per l’efficienza energetica.

Il Fondo, con una dotazione finanziaria iniziale pari a 150 milioni di euro, sosterrà gli interventi di efficientamento energetico eseguiti da imprese e Pubblica Amministrazione. Il Fondo ha natura rotativa e offrirà garanzie e finanziamenti a tasso agevolato promuovendo il coinvolgimento di istituti finanziari e investitori privati, sulla base di un’adeguata condivisione dei rischi.

I destinatari delle agevolazioni sono tutte le imprese, anche in forma aggregata, le Esco (società di servizi energetici) e le pubbliche amministrazioni.

Per le imprese possono essere finanziati i progetti di investimento relativi a:

  • miglioramento dell’efficienza energetica dei processi e dei servizi,
  • installazione o potenziamento di impianti per il teleriscaldamento e il teleraffrescamento.

Per gli enti pubblici gli interventi possono riguardare:

  • miglioramento dell’efficienza energetica  dei servizi e/o delle infrastrutture pubbliche, compresa l’illuminazione pubblica,
  • miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici pubblici e degli edifici destinati all’edilizia popolare.

Il finanziamento per entrambi i casi è fissato al tasso dello 0,25%, con differenti condizioni: per le imprese con durata di 10 anni e importo massimo pari a  4 milioni di euro (fino al 70% dei costi agevolabili), per le PA con durata 15 anni e importo massimo di 2 milioni di euro (dal 60% all’80% delle spese).

Con ulteriore comunicazione dell’ente gestore del fondo verranno stabiliti tempi e modalità di presentazione delle domande.