Bonus Formazione 4.0: firmato il decreto interministeriale

22 maggio 2018

È stato recentemente firmato il decreto interministeriale che detta le necessarie disposizioni applicative del Bonus Formazione 4.0. Dopo gli ulteriori passaggi procedurali, il provvedimento verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Come previsto in Legge di Bilancio 2018, l’incentivo è finalizzato a supportare l’acquisizione di competenze sulle tecnologie 4.0 applicate nei seguenti ambiti:

  • Informatica;
  • Tecniche e tecnologie di produzione;
  • Vendita;
  • Marketing.

La formazione è destinata a lavoratori dipendenti di imprese italiane e prevede un credito di imposta pari al 40% delle spese ammissibili sostenute nell’anno 2018, nel limite massimo di 300.000 euro per ciascuna impresa beneficiaria.

La piena operatività del Credito di Imposta alla Formazione 4.0 rappresenta un passaggio importante del Piano Impresa 4.0 in quanto rappresenta una misura automatica finalizzata alla generazione e al rafforzamento di competenze 4.0 necessarie per abilitare gli investimenti a maggior contenuto di innovazione nelle imprese e a mettere al centro la formazione dei lavoratori nelle strategia di recupero di competitività internazionale. Il beneficio ha l’obiettivo di supportare e incentivare l’acquisizione di competenze nel campo delle tecnologie 4.0 da parte dei lavoratori dipendenti delle imprese italiane. Le spese che danno diritto al credito d’imposta sono quelle che le imprese sostengono nel corso del 2018.

Inoltre, nel corso del Consiglio dei Ministri, è stato approvato, in esame preliminare, un regolamento che individua l’organismo competente alla gestione delle risorse stanziate dalla legge di bilancio 2018 per perseguire obiettivi di politica economica e industriale, connessi anche al programma “Industria 4.0”, ai cui fini è stato istituito uno specifico Fondo per interventi volti a favorire lo sviluppo del capitale immateriale, della competitività e della produttività.
Il regolamento definisce anche l’assetto organizzativo che consente l’uso efficiente delle risorse del Fondo per favorire il collegamento tra i diversi settori di ricerca interessati dagli obiettivi di politica economica e industriale, la collaborazione con gli organismi di ricerca.

Si tratta di un passaggio fondamentale per la definitiva attuazione del credito d’imposta Formazione 4.0. A breve il testo verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.