Friuli Venezia Giulia: contributi a fondo perduto per l’innovazione

25 ottobre 2016

All’interno del programma POR FESR 2014-2020, la Regione Friuli Venezia Giulia ha stanziato contributi a fondo perduto per finanziare progetti relativi a programmi di industrializzazione dei risultati della ricerca, dello sviluppo sperimentale e dell’innovazione. Questi progetti devono essere volti ad accompagnare i risultati dell’attività di ricerca e innovazione svolta nell’ambito della commercializzazione dei nuovi prodotti, al fine di capitalizzare al meglio la produzione di conoscenza, realizzati nelle sedi o unità operative localizzate nel territorio regionale, coerenti con la strategia per la specializzazione intelligente.

Le aree di specializzazione a cui si rivolge il bando sono:

  • agro alimentare;
  • filiere produttive strategiche;
  • tecnologie marittime;
  • Smart Health.

Le spese ammissibili comprendono: impianti specifici, macchinari e attrezzature, mezzi mobili, hardware e software, beni immateriali, opere edili e di impiantistica generale,  progettazione e direzione lavori, spese di collaudo ed altre spese. Per le grandi imprese sono finanziabili solo attrezzature e impianti che necessitano di specifiche implementazioni e di preventiva sperimentazione per l’applicazione degli esiti dell’a tività di ricerca/innovazione ai fini dell’effettiva produzione. I beni inoltre devono essere acquistati nuovi di fabbrica e destinati alla nuova linea produttiva.

Il limite minimo di spesa (per progetto) è fissato a:

  • Piccola impresa        €   30.000;
  • Media impresa         € 100.000;
  • Grande impresa       € 300.000.

Il limite massimo di contributo concedibile è pari a:

  • € 500.000,00 se progetto finanziato ai sensi del Reg. (UE) 651/2014;
  • € 200.000,00 nell’arco di tre esercizi finanziari se progetto finanziato ai sensi del Reg. (UE) n. 1407/2013 e €100.000,00 in caso di impresa unica che opera nel trasporto di merci su strada per conto terzi.

Per le PMI, nel caso in cui l’impresa opti per il contributo in regime di esenzione il beneficio è pari al 10% dei costi ammissibili per le medie imprese, al 20% per le piccole imprese e 5% per le grandi imprese o le PMI, qualora queste ultime optino per il contributo in regime de minimis.

ll sistema per la redazione e presentazione delle domande sarà accessibile:

  • a partire dal 15 settembre 2016 per la precompilazione;
  • dalle ore 10.00 del  28 settembre 2016 alle ore 12.00 dell’8 novembre 2016 per la trasmissione.

I contributi saranno accessibili entro 180 giorni dalla chiusura dei termini di presentazione delle domande.