Industria 4.0: contributi per i centri di competenza

7 febbraio 2018

Aperto  il bando per la costituzione di Centri di competenza ad alta specializzazione previsti dal Piano nazionale Industria 4.0.

I centri di competenza sono poli di innovazione costituiti nella forma di partenariato pubblico-privato costituiti da partner diversi, pubblici e privati (imprese e altri operatori economici, associazioni di categoria nazionali o territoriali, etc.), con la partecipazione di almeno un organismo di ricerca. I centri hanno il compito di supportare le imprese, e in particolare le PMI, nelle attività di orientamento e formazione, nonché per l’attuazione di progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale in ambito 4.0.

Per promuovere l’iniziativa il Governo ha messo a disposizione risorse pubbliche per complessivi 40 milioni di euro che si aggiungono ai 20 messi sul piatto con la legge di bilancio del 2017 e agli altri dieci erogati con la “manovrina” di maggio 2017. Il bando prevede che i benefici vengano concessi ai richiedenti per massimo 3 anni, prorogabili eventualmente per altri 12 mesi. Mentre non è previsto un numero fisso di competence center, che sarà determinato dalle risorse in base ai diversi progetti che verranno realizzati.

I soggetti selezionati potranno utilizzare i fondi per due finalità specifiche: la prima è la realizzazione di un centro di competenza, per cui si prevede il finanziamento del 50% delle spese sostenute fino a un massimo di 7,5 milioni di euro; la seconda è l’avvio di progetti di innovazione, finanziati sempre al 50% fino a un massimo di 200.000 euro. In ogni caso, il Mise si riserva la possibilità di revocare tali fondi, qualora a seguito di controlli specifici, gli ispettori del ministero rilevino che i centri non riescano ad espletare le funzioni previste dal decreto.

È prevista la concessione di un contributo a fondo perduto per la costituzione e avviamento dell’attività del centro di competenza nella misura del 50 per cento delle spese sostenute, per un massimo di 7,5 milioni di euro.

Per i progetti di innovazione, ricerca e sviluppo presentati dalle imprese nell’ ambito del programma di attività del centro di competenza è invece previsto un contributo del 50% con un massimo di 200 mila euro a progetto.

La domanda potrà essere presentata a partire  dal 1 febbraio 2018 e fino alle ore 24 del 30 aprile 2018.