Innovazione nelle strutture ricettive per la pianura veneta

innovazione strutture ricettive veneto regione veneto pianura veneta holiday turismo vacancy 22 Gennaio 2019

Il bando è finalizzato a promuovere e sostenere investimenti nel sistema ricettivo turistico che favoriscano l’innovazione e la differenziazione dell’offerta e dei prodotti turistici dell’impresa stessa e/o della destinazione turistica in cui opera la struttura ricettiva, in modo da consentire nel complesso la rigenerazione e il riposizionamento dell’impresa.

La dotazione finanziaria complessiva del presente bando è pari a € 6.000.000.

L’investimento dell’agevolazione deve essere realizzato e localizzato esclusivamente nei comuni della Regione del Veneto che presentano le seguenti condizioni:

  1. non essere comuni di montagna;
  2. essere aderenti ad una Organizzazione di Gestione della Destinazione (OGD) riconosciuta.

Beneficiari

PMI indipendentemente dalla loro forma giuridica:

  • iscritte nel registro delle imprese o al R.E.A. e attive presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, competente per territorio;
  • gestiscono e/o sono proprietarie di strutture ricettive attive e classificate come indicato, la cui sede operativa, nella quale realizzare il progetto, rientra negli ambiti territoriali individuati;
  • sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non sono in stato di liquidazione o di fallimento;
  • presentano una situazione di regolarità contributiva previdenziale e assistenziale;
  • si trovano in posizione regolare rispetto alla normativa antimafia;
  • rispettano il criterio generale per la concessione di sovvenzioni, contributi, vantaggi economici comunque denominati e le disposizioni attuative previste della legge regionale 11 maggio 2018.

Spese ammesse

Sono ammissibili al sostegno:

  • interventi di ampliamento, ristrutturazione, manutenzione, riconversione e innovazione delle strutture ricettive esistenti (10% dell’importo derivante dalla sommatoria delle spese ammissibili);
  • interventi riguardanti impianti e strumenti tecnologici connessi all’attività d’impresa e finalizzati all’innovazione dei processi organizzativi e dei servizi per gli ospiti, comprese le dotazioni informatiche hardware e software anche per il sito web e i sistemi di prenotazione elettronica (10% dell’importo derivante dalla sommatoria delle spese ammissibili);
  • interventi di innovazione digitale quali l’introduzione di strumenti di domotica sia nella gestione della struttura ricettiva da parte dell’impresa, sia usufruibili dal turista mediante l’utilizzo di strumenti di comunicazione in mobilità;
  • interventi di qualificazione dei requisiti di servizio, di dotazione, compresa l’attività di ristorazione adeguata alla capacità ricettiva;
  • interventi di riduzione dell’impatto ambientale e/o del consumo di risorse (energia/acqua) della struttura;
  • interventi finalizzati alla crescita dimensionale delle imprese stesse, accorpamento di attività tra soggetti imprenditoriali, sviluppo di sinergie tra imprese del turismo e altre attività economiche;
  • investimenti in ottica di turismo sostenibile;
  • realizzazione di aree benessere, piscine, sala congressi, wellness, ecc. complementari alle strutture ammissibili;
  • interventi per migliorare l’accessibilità della struttura alle persone con disabilità.

Agevolazione

Il sostegno è a fondo perduto in misura pari al 30% della spesa ammissibile per la realizzazione del progetto con l’aiuto massimo di € 200.000,00.

Sono ammissibili gli interventi con importi complessivi di spesa ammissibile non inferiori a € 100.000,00 e fino ad un massimo di € 666.666,67.

Concessi ai sensi e nei limiti del Regolamento “de minimis”.

Mentre per le agevolazioni concesse ai sensi del Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione Europea vi sono due tipologie di misure:

  1. per le micro e piccole imprese l’intensità massima dell’aiuto previsto, nella forma di contributo a fondo perduto, è del 20% della spesa ammissibile per la realizzazione del progetto.
  2. per le medie imprese l’intensità massima dell’aiuto previsto, nella forma di contributo a fondo perduto, è del 10% della spesa ammissibile per la realizzazione del progetto.

Sono ammissibili interventi con importi complessivi di spesa ammissibile non inferiori a € 250.000,00 e fino ad un massimo di € 2.500.000,00.

Inoltre ogni impresa può presentare una sola domanda di finanziamento per ciascuna struttura ricettiva dalla stessa gestita.

Le agevolazioni previste dal presente bando sono cumulabili con altre agevolazioni finanziarie pubbliche

Scadenza

La domanda potrà essere presentata dal 22 gennaio 2019 fino al 7 maggio 2019.