Internazionalizzazione: dal 3 giugno riapre lo sportello a valere sul Fondo 394/81

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 2 aprile il decreto di apertura del nuovo sportello per la presentazione delle domande di finanziamento a valere sul Fondo 394/81 per l’internazionalizzazione delle imprese. La decisione è stata presa nell’ambito del comitato agevolazioni del 31 Marzo scorso che ha stabilito la nuova data di apertura dello sportello.

Dal 3 Giugno sarà quindi nuovamente possibile presentare domande di finanziamento a tasso agevolato per progetti di internazionalizzazione delle imprese italiane.

Come saranno i finanziamenti all’internazionalizzazione 2021?

Sulla base di quanto comunicato in Gazzetta Ufficiale, i finanziamenti del Fondo 394/81 continueranno a prevedere una quota a fondo perduto. Oltre, infatti, ad indicare la riapertura del Fondo, nel decreto si legge che le nuove domande potranno riguardare anche il “relativo cofinanziamento a fondo perduto a valere sulla quota di risorse del Fondo per la promozione integrata”. La possibilità di erogare una parte del finanziamento a fondo perduto, infatti, è stata concessa tramite il decreto Cura Italia.

Rimane valida fino al 30 giugno 2021 anche l’esenzione dalla prestazione di garanzie per accedere ai finanziamenti. Tra le prime innovazioni introdotte lo scorso anno per sostenere le imprese durante l’emergenza sanitaria, infatti, l’esenzione dalle garanzie è stato uno degli elementi che ha facilitato maggiormente l’accesso al Fondo, contribuendo ad accorciare le tempistiche di delibera del finanziamento.

Le misure di finanziamento disponibili sono le seguenti:

  • Patrimonializzazione delle imprese esportatrici: la misura è finalizzata ad accrescere la competitività internazionale migliorando la sua solidità patrimoniale. L’intervento non è legato ad investimenti specifici e non richiede rendicontazione;
  • Fiere Internazionali, Mostre e Missioni di Sistema: lo strumento è destinato ad agevolare la partecipazione ad una iniziativa promozionale internazionale, per diffondere la conoscenza del proprio marchio e/o prodotto;
  • Inserimento Mercati Esteri: la misura è finalizzata a sostenere l’apertura di una struttura commerciale stabile all’estero (ufficio, show room, negozio, centro di assistenza post vendita,..) per la diffusione di  prodotti e/o servizi in paesi esteri;
  • Temporary Export Manager e Digital Export Manager: lo strumento permette di finanziare la realizzazione di progetti di internazionalizzazione dell’impresa  (anche in forma digitale) attraverso l’affiancamento temporaneo di un professionista specializzato;
  • E-Commerce: lo strumento è dedicato al finanziamento di progetti di export digitale attraverso lo sviluppo di una propria piattaforma e-commerce o tramite l’adesione ad un marketplace;
  • Studi di Fattibilità: la misura è finalizzata a supportare la verifica, in via preventiva, della fattibilità di un investimento commerciale o produttivo in un mercato estero.

Ulteriori dettagli sui singoli strumenti verranno resi noti attraverso specifiche circolari.

Le domande potranno essere presentate a partire dal 3 giugno 2021.