Lombardia: bando StorEvolution per il settore commercio

13 dicembre 2017

La Regione Lombardia ha, recentemente, approvato un nuovo bando finalizzato a sostenere e incoraggiare l’innovazione nel settore del commercio.

La misura StorEvolution, i cui criteri sono stati approvati con DGR X/7444, è destinato alle micro, piccole e medie imprese commerciali al dettaglio in sede fissa (Ateco G47), in forma singola o aggregata, aventi sede legale e/o operativa e almeno un punto vendita in Lombardia.

La Regione ha assegnato al bando in oggetto una dotazione finanziaria di € 9.500.000,00.

Gli interventi potranno riguardare:

  • l’acquisto di soluzioni e sistemi digitali per l’organizzazione del back-end come, ad esempio, soluzioni a supporto della fatturazione elettronica, self scanning, sistemi di business intelligence e business analytics, soluzioni per incrementare le performance di magazzino, come il voice picking, sistemi per il monitoraggio dei clienti in negozio (attraverso telecamere e sensori), sistemi per demand and distribution planningsistemi di tracciamento dei prodotti lungo la supply chain attraverso RFId, soluzioni di intelligent transportation system;
  • lo sviluppo di servizi di front-end e customer experience nel punto vendita come, ad esempio, sistemi per l’accettazione di pagamenti innovativi, sistemi per l’accettazione di couponing e loyalty, chioschi, totem e touchpoint, sistemi di cassa evoluti e Mobile POS, Electronic Shelf Labeling, digital signage, vetrine intelligenti, specchi e camerini smart, realtà aumentata, sistemi di sales force automation, sistemi di in store mobility, sistemi CRM, proximity marketing, sistemi di self-scanning;
  • Omnicanalità con integrazione con la dimensione del retail online come, ad esempio, sviluppo di canali digitali per supportare le fasi di prevendita, post-vendita o per abilitare la vendita, sviluppo di app e mobile site per le fasi di pre-vendita, post-vendita o per abilitare la vendita; siti informativi/e commerce e app/mobile site.

Sono ammesse a contributo le seguenti spese:

  • arredi e impianti (solo nel caso di  ristrutturazioni totali del punto vendita);
  • macchinari e attrezzature;
  • hardware e software;
  • spese per canoni e utenze;
  • consulenze;
  • servizi di formazione specificamente necessari alla realizzazione del progetto.

Per le domande presentate da imprese in forma singola l’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto pari al 50% delle sole spese considerate ammissibili; il limite massimo di contributo concedibile è pari a 20.000 euro e il valore minimo degli investimenti deve essere pari a 10.000 euro.
Per le domande presentate da imprese in forma aggregata (minimo 6 imprese) l’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto pari al 60% delle sole spese considerate ammissibili; il limite massimo di contributo concedibile è pari a 60.000 euro per aggregazione e il valore minimo degli investimenti deve essere pari a 20.000 euro.

Tutti i dettagli sull’apertura del bando e sulle procedure per la presentazione delle domande saranno pubblicati nel decreto attuativo previsto entro febbraio 2018.