Pubblicato il Bando Archè di Regione Lombardia per aiuti alle startup

1 Agosto 2019

La Regione Lombardia ha pubblicato ufficialmente lo scorso 30 luglio il bando Archè  finalizzato al supporto alla nascita di nuove imprese attraverso due misure specifiche, rispettivamente Piani di avvio (MISURA A) e Piani di Consolidamento (MISURA B).

I beneficiari del bando sono le start up lombarde (MPMI) in fase di avviamento e consolidamento in possesso dei seguenti requisiti:

  •  essere registrate alla CCIAA e con sede legale/operativa attiva da massimo 2 anni per la misura A e massimo 4 per la misura B;
  • liberi professionisti in possesso di partita IVA o che abbiano avviato l’attività professionale oggetto della domanda di partecipazione al bando, da massimo 2 anniper la misura A e massimo 4 per la misura B ;
    Studi associati: in possesso dell’atto costitutivo dello studio e della partita IVA associata allo studio da massimo 2 anni per la misura A e massimo 4 per la misura B.

Sono agevolabili le seguenti spese:

Misura A (AVVIAMENTO):

  • Acquisto di nuovi impianti, attrezzature, materiali, macchinari, hardware e software;
  • Spese di adeguamento impianti e ristrutturazione funzionale dei locali per l’attività di impresa/professionale, escluso spese tecniche e di progettazione;
  • Spese di personale riconosciute in maniera forfettaria nella misura del 20% dei restanti costi diretti;
  • Costi indiretti riconosciuti in maniera forfettaria nella misura del 7% dei restanti costi diretti;
  • Acquisto licenze software e servizi software, compreso sviluppo sito web (quest’ultimo solo se non finalizzato ai servizi di vendita diretta o indiretta);
  • Servizi di consulenza nella percentuale massima del 2% della spesa totale, escluse le consulenze riguardanti la partecipazione al bando.

Misura B (CONSOLIDAMENTO):

  • Acquisizione sedi produttive, logistiche, commerciali all’interno del territorio regionale;
  • Acquisto di brevetti, licenze d’uso e servizi software di tipo cloud e saas e simili;
  • Spese per certificazione di qualità, deposito dei marchi e registrazione e difesa dei brevetti;
  • Servizi di consulenza esterna specialistica (legale, fiscale, business etc.) non relativa all’ordinaria amministrazione, nella percentuale massima del 2% della spesa totale, escluse le consulenze riguardanti la partecipazione al bando.
  • Spese di personale riconosciute in maniera forfettaria nella misura del 20% dei restanti costi diretti;
  • Costi indiretti riconosciuti in maniera forfettaria nella misura del 7% dei restanti costi diretti.
  • Acquisto di impianti, attrezzature, materiali, macchinari, hardware e software –escluso usato e leasing;
  • Spese di adeguamento impianti e ristrutturazione funzionale dei locali per l’attività di impresa/professionale, escluso spese tecniche e di progettazione.

La durata massima dei progetti di intervento sarà di 15 mesi, con possibile proroga di 3 mesi.

AGEVOLAZIONE

– Misura A: 40% delle spese ammissibili fino ad un massimo di 50.000 euro, a fronte di un investimento minimo di 30.000 euro;

– Misura B: 50% delle spese ammissibili fino ad un massimo di 75.000 euro, a fronte di un investimento minimo di 40.000 euro.

Le domande potranno essere presentate dal 2 ottobre al 15 novembre, salvo esaurimento fondi. Le domande verranno valutate secondo l’ordine cronologico di arrivo.