Regione Lombardia: credito Adesso sostegno alla liquidità aziendale

accounting 3190208 1920 1020x600 - Regione Lombardia: credito Adesso sostegno alla liquidità aziendale 9 ottobre 2018

L’incentivo Credito Adesso è dedicato a soddisfare il fabbisogno di liquidità delle imprese, finanziando anche l’80% del valore degli ordini.

Possono presentare la domanda le PMI e le grandi imprese composte da un organico non inferiore a 3.000 persone e  che hanno sede legale e/o operativa in Lombardia al momento dell’erogazione del contributo appartenenti ai settori:

  • manifatturiero;
  • servizi;
  • commercio all’ingrosso (escluso quello di autoveicoli e di motocicli);
  • costruzioni;
  • turismo;
  • emittenti televisive;
  • emittenti radio;
  •  agenzie di viaggio.

Con Credito Adesso le imprese possono ottenere dei finanziamenti a tasso agevolato erogati dagli istituti di credito convenzionati per sostenere le necessità di liquidità legata all’attività produttiva e commerciale.

Spesa ammissibile

Per poter presentare richiesta di finanziamento è necessario presentare ordini o contratti di fornitura antecedenti al massimo 3 mesi dalla data di presentazione della richiesta di finanziamento per i seguenti importi minimi:

  • 30.000 € per le micro e piccole imprese;
  • 100.000 € per le medie imprese.

E’ prevista una nuova modalità semplificata senza presentazione di ordini e contratti  per richieste di finanziamenti con minimo 18.000 € e sino a 200.000 €.

È prevista, inoltre, una nuova modalità semplificata senza presentazione di ordini e contratti per richieste di finanziamenti con minimo 18.000 € e sino a 200.000 €. Ogni singolo finanziamento, con periodo di rimborso compreso tra 24 e 36 mesi, sarà pari al 80% dell’ammontare degli ordini e contratti presentati con i seguenti massimali:

  • 750.000 € per le PMI, ovvero con meno di 250 dipendenti;
  • 1.500.000 € per le imprese con più di 250 dipendenti e sino a 3000 dipendenti.

Sul finanziamento è previsto un contributo in conto abbattimento del tasso di interesse pari a:

  • 2% annuo per tutte le imprese;
  • 3% annuo per le agenzie di viaggio;
  • 4% annuo per le agenzie di viaggio che dimostrano di aver diversificato la propria attività.

Le domande possono essere presentate fino ad esaurimento fondi.