Regione Veneto: aperto il bando per contributi alle imprese giovanili

17 Febbraio 2020

La Regione Veneto ha stanziato una dotazione di 1.500.000 € per il “Bando per l’erogazione di contributi alle PMI giovanili – Anno 2020“, la misura che intende sostenere le imprese giovanili del territorio Veneto.

La misura sostiene le micro, piccole e medie imprese giovanili, iscritte al Registro Imprese alla data del 29 febbraio 2020 con sede nella regione Veneto e appartenente alle categorie Ateco ammesse del settore manifatturiero, dell’artigianato, del commercio e dei servizi.

Per imprese giovanili si intende:

  • imprese individuali i cui titolari abbiano un’età compresa tra i 18 e i 35 anni;
  • società e cooperative con almeno il 60% dei soci (o i due terzi del capitale sociale) di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

L’agevolazione finanzia l’avvio, insediamento e sviluppo di nuove imprese ed il rinnovo e ampliamento di attività già esistenti.

Le spese ammesse devono essere sostenute a partire dal 1° gennaio al 10 dicembre 2020 e riguardano le seguenti tipologie di investimento:

  • macchinari, impianti produttivi, hardware, attrezzature nuovi di fabbrica (escluso pc, tablet, cellulari);
  • arredi nuovi di fabbrica;
  • negozi mobili per le attività di commercio su aree pubbliche;
  • mezzi di trasporto ad uso interno o esterno, a esclusivo uso aziendale (escluso autovetture);
  • onorario del notaio per la costituzione di società (escluso tasse e imposte);
  • programmi informatici, compreso sito web (escluso pagine social, newsletter, canoni e licenze d’uso).

Il bando per le imprese giovanili finanzia i progetti attraverso un contributo a fondo perduto pari al 30% della spesa ammessa, fino ad un contributo massimo di 51.000 €.L’investimento minimo deve essere pari ad almeno 30.000 €, mentre l’importo di spesa massima è di 170.000 €.

Lo sportello per la compilazione della domanda online resterà aperto fino al 4 marzo 2020. La domanda dovrà essere presentata, con procedura a click day, a partire dalle ore 10.00 del 10 marzo 2020. La procedura di selezione sarà valutativa a sportello fino ad esaurimento fondi.