Lombardia: riaperto il bando Intraprendo per l’avvio di nuove imprese

27 Settembre 2017

La Regione Lombardia ha rifinanziato il Bando Intraprendo per il 2017, il programma dedicato a sostenere l’avvio di nuove imprese. L’intervento è aperto alle micro e piccole medie imprese, agli aspiranti imprenditori e ai liberi professionisti.

Il bando finanzia le spese, ancora da sostenere, relative a progetti di investimento funzionali all’avvio di attività imprenditoriali quali:

  • personale (fino a un massimo del 30% delle spese ammissibili),
  • acquisto di beni strumentali materiali nuovi o usati o noleggio dei medesimi,
  • acquisto di beni immateriali (marchi, brevetti, licenze),
  • licenze software (fino a un massimo del 20% delle spese ammissibili),
  • affitto dei locali della sede operativa /luogo di esercizio (fino a un massimo di 12 mensilità),
  • servizi di consulenza o servizi equivalenti (fino a un massimo del 25% delle spese ammissibili),
  • scorte (fino a un massimo del 10% delle spese ammissibili)
  • spese generali addizionali forfettarie per un massimo del 15% delle spese di personale ammissibili.

Lo strumento agevolativo prevede finanziamenti agevolati a tasso zero e contributi a fondo perduto, per progetti di avvio e/o sviluppo di PMI di tutti i settori e progetti di avvio e/o sviluppo di attività imprenditoriali:

  • da realizzarsi entro 18 mesi dalla data del decreto di concessione dell’intervento finanziario e che comportino spese totali ammissibili per almeno 41,7mila euro
  • che abbiano ricevuto uno o più endorsement da parte di istituzioni (ad es. associazioni di categoria, banche e intermediari finanziari, università e centri di ricerca etc.) o da parte di privati (ad es. clienti o fornitori attuali o potenziali, soggetti operanti nel medesimo settore professionale del beneficiario)

L’intervento finanziario può variare da un minimo di 25 mila euro e fino ad un massimo di 65 mila euro e si compone di una quota di contributo a fondo perduto (10%) e di una quota di finanziamento agevolato a tasso zero (90%). L’agevolazione sarà concessa sino ad un massimo del 60% della spesa complessiva ammissibile, fino al 65% per progetti presentati da giovani e da soggetti usciti dal mondo del lavoro.

Le domande potranno essere presentate a partire dal 4 ottobre 2017, seguendo la procedura a sportello ovvero secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, sino ad esaurimento delle risorse disponibili.