Toscana: in arrivo contributi fino a 50.000 € per le startup innovative

La Regione Toscana con delibera di giunta 565 del 4 maggio 2020 ha approvato i criteri essenziali per la pubblicazione di un nuovo bando rivolto alle start up innovative.

L’obiettivo del bando è consentire alle nuove imprese di carattere innovativo di superare le fasi di start  up, le  difficoltà  ad accedere a ulteriori nuovi sviluppi tecnologici, al trasferimento  di conoscenze o all’acquisizione  di personale altamente qualificato, criticità che si trovano ad affrontare le società all’avvio ed al consolidamento di nuove iniziative imprenditoriali.

Il bando è rivolto a:

  • Micro e piccole imprese innovative – ai sensi  dell’articolo 25 “Start-up innovativa e incubatore certificato: finalità, definizione e pubblicità” del decreto legge 179/2012 “Ulteriori misure urgenti per la crescita del paese” – la cui costituzione è avvenuta nel corso dei 12 mesi precedenti alla data  di presentazione dell’istanza di finanziamento.
  • Persone fisiche che costituiranno l’impresa  entro 6 mesi dalla data di comunicazione di concessione  del contributo; l’impresa dovrà avere le caratteristiche previste  dall’art. 25 decreto legge 179/2012 e dovrà essere iscritta presso l’apposita sezione del Registro Imprese presso la CCIAA territorialmente competente.

Nel dettaglio, si definisce “innovativa” l’impresa che possiede i requisiti di cui all’art. 25 comma 2 del DL 179/2012.

Le spese ammissibili saranno i costi sostenuti per investimenti in beni materiali e immateriali e le spese per capitale circolante nella misura del 30% del programma di investimento approvato.

L’agevolazione consiste in un contributi a fondo perduto pari al 50% della spesa ammissibile, fino ad un importo massimo di 50.000€.

L’uscita del bando è prevista a breve. La procedura di valutazione sarà a graduatoria mensile e lo sportello rimarrà aperto fino ad esaurimento fondi.