img img img img

BANDO ISI INAIL: posticipate le scadenze di tutte le fasi di domanda

BANDO ISI INAIL: posticipate le scadenze di tutte le fasi di domanda

L’INAIL ha deciso di posporre tutto l’iter di adesione al bando annuale ISI INAIL per agevolare le imprese colpite dall’emergenza Coronavirus.

La decisione dell’Istituto tiene conto della chiusura di interi settori di attività per il contenimento della diffusione del virus, che non consentirebbe la partecipazione di molte imprese.

L’Inail per il 2020 ha stanziato 251.226.450 euro di risorse da assegnare a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. La finalità del bando è  ovviamente quella di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura e, per l’asse 2 di finanziamento, anche gli Enti del terzo settore.

Il contributo massimo è pari a 130.000 euro per i progetti appartenenti agli assi 1, 2 e 3 e di 50.000 euro per i progetti appartenenti all’asse 4 e 60.000 euro per i progetti appartenenti all’asse 5.

Il calendario con le nuove scadenze per l’accesso alla domanda di contributo sarà pubblicato entro il 31 maggio 2020.