img img img img

Bonus pubblicità 2022

Bonus pubblicità 2022

È finalmente online sul sito dell’Agenzia delle Entrate, lo strumento per inviare la comunicazione utile per prenotare il credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari effettuati o da effettuare nel 2022.  Per procedere è necessario essere in possesso dello Spid, Cie, Cns, Entratel o Fisconline, accedendo dall’area riservata.

C’è tempo fino al 31 marzo 2022 per effettuare la richiesta.

Anche per quest’anno il credito d’imposta è concesso nella misura del 50% del valore degli investimenti effettuati su giornali (quotidiani e periodici, compresi quelli online), nonché sulle emittenti televisive e radiofoniche locali e nazionali, analogiche e digitali, purché non in partecipazione statale.

Questo è sufficiente per richiedere il bonus, e non è obbligatorio aver sostenuto nel 2021 lo stesso tipo di investimenti, né rispettare il requisito del valore incrementale dell’1% sugli stessi costi.

Le risorse stanziate per l’agevolazione sono pari a 90 milioni di euro per anno: 65 milioni per gli investimenti pubblicitari su giornali e 25 milioni per le campagne su radio e tv. Il credito è riconosciuto nei limiti europei per gli aiuti “de minimis”.

Oltre alla comunicazione, le imprese e i lavoratori autonomi dovranno spedire una dichiarazione sostitutiva dal 1° al 31 gennaio 2023, al fine di attestare che gli investimenti comunicati siano stati realmente eseguiti nel 2022 e che rispettino i requisiti della norma.

Per avere maggiori informazioni sul bonus pubblicità e sulle procedure da eseguire per ottenerlo, contatta Villani & Partners.