Microelettronica: 530 milioni per il credito d’imposta

immagine anteprima articolo

Per incentivare i progetti di R&S nel settore dei semiconduttori, con il decreto Omnibus, è stata introdotta una nuova agevolazione alternativa a quelle in essere: un Credito di imposta maggiorato.
Si attende il decreto del MIMIT (Ministero delle Imprese e del Made in Italy), che con il MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze) definirà i criteri di assegnazione e delle procedure applicative.

I beneficiari
Tutte le imprese con sede sul territorio nazionale, comprese le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, che provvedano a richiedere la certificazione delle attività e dei costi sostenuti per investimenti in progetti di ricerca e sviluppo nel settore dei semiconduttori.

La misura
Saranno assegnati alla microelettronica 530 milioni di euro come credito d’imposta, calcolato in base ai costi ammissibili, con riferimento al regolamento dell’UE n. 651/2014, sostenuti dall’11 agosto 2023 al 31 dicembre 2027, in forma di compensazione tramite F24, a partire dal periodo d’imposta successivo a quello delle spese sostenute. Lo stesso sarà subordinato al rilascio di revisione legale e di certificazione di corrispondenza dei costi rispetto alla documentazione aziendale.

Le spese ammissibili
Saranno ammesse le seguenti spese, direttamente imputabili ai progetti, con ammortamento calcolato esclusivamente in relazione alla realizzazione e alla durata degli stessi:

  • personale: ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario;
  • strumentazioni e attrezzature;
  • ricerca contrattuale;
  • conoscenze e brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne;
  • servizi di consulenza e/o equivalenti;
  • spese generali supplementari;
  • altri costi di esercizio.

L’agevolazione
L’intensità di aiuto massima prevista è del 50% dei costi ammissibili per la ricerca industriale e del 25% dei costi ammissibili per lo sviluppo sperimentale, con incremento fino all’80% dei costi ammissibili di 10 punti percentuali per le medie imprese e di 20 punti percentuali per le piccole imprese.
È ammessa la collaborazione tra vari soggetti, nel qual caso saranno riconosciute delle maggiorazioni.

Villani&Partners potrà assistervi all’ottenimento della misura.

Vuoi saperne di più?
compila il form per essere ricontattato

Oppure contattaci

(+39) 0382 34282