img img img img

Nuovi fondi PNRR per l’agroalimentare: stanziati circa 5 miliardi di euro

Nuovi fondi PNRR per l’agroalimentare: stanziati circa 5 miliardi di euro

Sono in arrivo quasi 5 miliardi di euro per innovare e rendere sostenibile l’intera filiera agroalimentare. I primi bandi saranno pubblicati nel mese di marzo.

 

Bando Parco Agrisolare

1,5 miliardi di euro per aumentare la sostenibilità e l’efficienza energetica del settore agrisolare quale incentivo per l’installazione di pannelli fotovoltaici su tetti di edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale, al fine di raggiungere l’installazione degli stessi su una superficie complessiva di 4,3 milioni di mq per 0,43 GW.

 

Contratti di filiera e di distretto

1,2 miliardi di euro per rilanciare investimenti di rilievo nel settore agroalimentare, con l’obiettivo di finanziare programmi di investimento rivolti alle filiere per la sostenibilità ambientale e tecnologica, perseguendo specifici obiettivi per i singoli settori dell’agroalimentare, pesca, forestale, floricoltura e florovivaismo.

 

Sistemi irrigui

880 milioni di euro nella resilienza dell’agro-sistema irriguo per una migliore gestione delle risorse idriche

 

Sviluppo della logistica

800 milioni di euro per finanziare:

– investimenti in attivi materiali e attivi immateriali (come ad esempio le strutture di stoccaggio e trasformazione, digitalizzazione dei processi di logistica, interventi infrastrutturali sui mercati);
– investimenti su trasporto e logistica al fine di ridurre il costo ambientale e economico;
– innovazione dei processi produttivi, agricoltura di precisione e tracciabilità (blockchain);
– AI (Artificial Intelligence) per lo stoccaggio delle materie prime, tracciabilità in blockchain, software di gestione avanzata, componentistica e sensori di controllo;
– RFID (Radio Frequency Identification) o completa automatizzazione dei magazzini.

 

Innovazione e la meccanizzazione nel settore agricolo ed alimentare

500 milioni di euro per finanziare l’ammodernamento dei macchinari agricoli e l’introduzione di tecniche di agricoltura di precisione e di tecnologie di agricoltura 4.0. Un sostegno che dovrà essere indirizzato con priorità a tutti gli investimenti che permettano una riduzione considerevole delle emissioni di gas serra.

Per conoscere più in dettaglio le caratteristiche di questi nuovi fondi, contatta Villani & Partners!