img img img img

“Pacchetto investimenti” Regione Lombardia

"Pacchetto investimenti" Regione Lombardia

“Pacchetto investimenti” Regione Lombardia

In apertura le tre linee da 210 milioni di euro complessivi per il “Pacchetto Investimenti” Regione Lombardia.
I tre bandi concedono un’agevolazione a copertura fino al 100% delle spese ammissibili, composta da un contributo a fondo perduto variabile e un finanziamento assistito da garanzia regionale gratuita e sono così suddivisi:

  • LINEA ATTRAZIONE INVESTIMENTI:

  • LINEA GREEN;

  • LINEA SVILUPPO AZIENDALE.

Illustriamo di seguito le caratteristiche delle singole agevolazioni.

 

LINEA ATTRAZIONE INVESTIMENTI

Pensata per attrarre nuovi investimenti in Lombardia e per lo sviluppo degli esistenti; intende promuovere l’avvio di nuovi stabilimenti produttivi in nuove sedi operative o ampliare quelli esistenti.

Beneficiari: PMI e Mid Cap lombarde con i seguenti requisiti:

  • costituite e regolarmente iscritte al Registro delle Imprese, con almeno due bilanci depositati;
  • sede operativa oggetto dell’intervento sul territorio regionale entro il termine per la presentazione della rendicontazione delle spese;
  • rating da 1 a 10 secondo il Credit Scoring.

Dotazione finanziaria: la dotazione finanziaria sarà complessivamente di 30 milioni di euro, inclusi i costi di gestione, così suddivisi:

  • 16 milioni di euro su risorse PR FESR 2021-2027 per il Fondo di garanzia;
  • 14 milioni di euro su risorse PR FESR 2021-2027 per il contributo in conto capitale a fondo perduto.

Tali risorse saranno rese disponibili da intermediari finanziari convenzionati con Regione Lombardia entro i limiti del Fondo di garanzia.

Agevolazione: sarà suddivisa in:

  • una garanzia regionale gratuita su finanziamento a medio-lungo termine tramite soggetti finanziatori, finalizzato all’ottenimento delle risorse finanziarie necessarie;
  • un contributo a fondo perduto in conto capitale sull’investimento, con importo variabile a seconda dell’area di riferimento dell’impresa e del regime di aiuto applicato, nel rispetto delle tabelle inserite nel bando.

Lo stesso sarà erogato, in un’unica soluzione a saldo, da Finlombarda, soggetto gestore della misura, alla verifica della rendicontazione delle spese ammissibili.
L’importo minimo dell’investimento è di 200 mila euro con importo massimo agevolabile, anche per investimenti superiori, come segue:

  • 10 milioni di euro per le concessioni entro il 31 dicembre 2023;
  • 6 milioni di euro per le concessioni successive al 31 dicembre 2023.

Caratteristiche del finanziamento: saranno resi disponibili massimo di 9 milioni di euro, per le domande presentate entro il 28 luglio 2023 (concessioni entro il 31 dicembre 2023 nel Regime 3.13), e fino 2 milioni e 850 mila euro per le domande presentate dopo il 28 luglio 2023.
Tali importi saranno erogati dai soggetti finanziatori convenzionati, in anticipazione fino al 70% a seguito della sottoscrizione del contratto, a tasso di interesse di mercato, per una durata minima di 3 anni e massima di 6, incluso l’eventuale preammortamento di non più di 24 mesi. Il saldo sarà erogato successivamente alla verifica della rendicontazione delle spese ammissibili.

Domanda: è da presentare esclusivamente online, allegando la delibera del soggetto finanziatore, secondo tempi e modalità indicate nel bando in apertura il 17 maggio 2023. La selezione avverrà con procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

 

LINEA GREEN

Promuove l’efficientamento energetico degli impianti produttivi per favorire la riduzione sull’impatto ambientare, riducendo il consumo di energia o recuperandola catturando gas serra, o tramite i cicli produttivi esistenti, nonché con l’installazione di impianti fotovoltaici.

Beneficiari: PMI e grandi imprese lombarde con i seguenti requisiti:

  • costituite e regolarmente iscritte al Registro delle Imprese, con almeno due bilanci depositati;
  • sede operativa in Lombardia;
  • rating da 1 a 10 secondo il Credit Scoring.

Dotazione finanziaria: sarà complessivamente di 65 milioni di euro, inclusi i costi di gestione, così suddivisi:

  • 31 milioni di euro su risorse PR FESR 2021-2027 per il Fondo di garanzia;
  • 34 milioni di euro su risorse PR FESR 2021-2027 per il contributo in conto capitale a fondo perduto.

Tali risorse saranno rese disponibili da intermediari finanziari convenzionati con Regione Lombardia entro i limiti del Fondo di garanzia.

Agevolazione: sarà suddivisa in:

  • una garanzia regionale gratuita su finanziamento a medio-lungo termine tramite soggetti finanziatori, finalizzato all’ottenimento delle risorse finanziarie necessarie;
  • un contributo a fondo perduto in conto capitale sull’investimento, con importo variabile a seconda dell’area di riferimento dell’impresa e del regime di aiuto applicato, nel rispetto delle tabelle inserite nel bando.

Lo stesso sarà erogato, in un’unica soluzione a saldo, da Finlombarda, soggetto gestore della misura, successivamente alla verifica della rendicontazione delle spese ammissibili.
L’importo minimo dell’investimento è di 100 mila euro con importo massimo agevolabile, tra finanziamento supportato da garanzia e contributo a fondo perduto, come segue:

  • 10 milioni di euro per le concessioni entro il 31 dicembre 2023;
  • 3 milioni di euro per le concessioni successive al 31 dicembre 2023.

Caratteristiche del finanziamento: saranno resi disponibili massimo di 9 milioni di euro, per le domande presentate entro il 28 luglio 2023 (concessioni entro il 31 dicembre 2023 nel Regime 3.13), e fino 2 milioni e 850 mila euro per le domande presentate dopo il 28 luglio 2023.
Tali importi saranno erogati dai soggetti finanziatori convenzionati, in anticipazione fino al 70% a seguito della sottoscrizione del contratto, a tasso di interesse di mercato, per una durata minima di 3 anni e massima di 6, incluso l’eventuale preammortamento di non più di 24 mesi. Il saldo sarà erogato successivamente alla verifica della rendicontazione delle spese ammissibili.

Domanda: è da presentare esclusivamente online, allegando la delibera del soggetto finanziatore, secondo tempi e modalità indicate nel bando in apertura il 17 maggio 2023. La selezione avverrà con procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

 

LINEA SVILUPPO AZIENDALE

Agevola gli investimenti finalizzati all’ammodernamento e all’ampliamento produttivo.

Due le linee di intervento:

  • Area 1 – Sviluppo aziendale Lombardia
  • Area 2 – Sviluppo aziendale nelle aree destinatarie degli aiuti a finalità regionale

secondo le indicazioni contenute nel bando.

Beneficiari: PMI e Mid Cap lombarde con i seguenti requisiti:

  • costituite e regolarmente iscritte al Registro delle Imprese, con almeno due bilanci depositati;
  • sede operativa secondo le due linee di intervento come sopra indicato;
  • rating da 1 a 10 secondo il Credit Scoring.

Dotazione finanziaria: sarà complessivamente di 115 milioni di euro, inclusi i costi di gestione, così suddivisi:

  • 69 milioni di euro su risorse PR FESR 2021-2027 per il Fondo di garanzia;
  • 46 milioni di euro su risorse PR FESR 2021-2027 per il contributo in conto capitale a fondo perduto.

Tali risorse saranno rese disponibili da intermediari finanziari convenzionati con Regione Lombardia entro i limiti del Fondo di garanzia.

Agevolazione: sarà suddivisa in:

  • una garanzia regionale gratuita su finanziamento a medio-lungo termine tramite soggetti finanziatori, finalizzato all’ottenimento delle risorse finanziarie necessarie;
  • un contributo a fondo perduto in conto capitale sull’investimento, con importo variabile a seconda dell’area di riferimento dell’impresa secondo le due linee di intervento (Area 1 e Area 2), con percentuali che variano dal 5% al 30% delle spese ammissibili.

Lo stesso sarà erogato, in un’unica soluzione a saldo, da Finlombarda, soggetto gestore della misura, alla verifica della rendicontazione delle spese ammissibili.
L’importo minimo dell’investimento è di 100 mila euro con importo massimo agevolabile, tra finanziamento supportato da garanzia e contributo a fondo perduto, è di 3 milioni di euro.

Caratteristiche del finanziamento: saranno resi disponibili fino un di massimo 2 milioni e 850 mila euro.
Gli importi saranno erogati dai soggetti finanziatori convenzionati, in anticipazione fino al 70% a seguito della sottoscrizione del contratto, a tasso di interesse di mercato, per una durata minima di 3 anni e massima di 6, incluso l’eventuale preammortamento di non più di 24 mesi. Il saldo sarà erogato successivamente alla verifica della rendicontazione delle spese ammissibili.

Domanda: è da presentare esclusivamente online, allegando la delibera del soggetto finanziatore, secondo tempi e modalità indicate nel bando in apertura il 13 giugno 2023. La selezione avverrà con procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

 

Villani&Partners è disponibile per valutare con gli interessati la possibilità di ottenimento dei contributi, nonché per la gestione dell’intero processo di richiesta e rendicontazione.