img img img img

PNRR: il Ministero della Transizione Ecologica proroga i termini dei bandi per l’economia circolare

PNRR: il Ministero della Transizione Ecologica proroga i termini dei bandi per l’economia circolare

Il Ministero della Transizione Ecologica ha prorogato l’11 febbraio i termini per la presentazione delle domande inerenti agli interventi previsti dall’investimento 1.1, Missione 2, Componente 1 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Ricordiamo che, come indicato dal DM 396 e dal DM 397 del 28/09/2021, il provvedimento è indicato per la realizzazione di nuovi impianti di smaltimento dei rifiuti, oltre al rinnovamento degli impianti già esistenti. L’ammontare dei finanziamenti era stato previsto per 1.500.000.000 €, con un 60% delle risorse rivolto agli interventi nelle Regioni del Centro-Sud.  Inoltre, erano stati stanziati 600 milioni per i progetti “faro” di economia circolare.

I termini, che erano stati fissati per metà febbraio, sono slittati ora a marzo, vediamo nel dettaglio per quanto riguarda i progetti d’economia circolare:

  • LINEA A: ammodernamento (anche con ampliamento di impianti esistenti) e realizzazione di nuovi impianti per il miglioramento della raccolta, della logistica e del riciclo dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche c.d. RAEE comprese pale di turbine eoliche e pannelli fotovoltaici. Il termine è il 16 marzo 2022.
  • Linea B: ammodernamento (anche con ampliamento di impianti esistenti) e realizzazione di nuovi impianti per il miglioramento della raccolta, della logistica e del riciclo dei rifiuti in carta e cartone. La data limite è il 16 marzo 2022.
  • Linea C: realizzazione di nuovi impianti per il riciclo dei rifiuti plastici (attraverso riciclo meccanico, chimico, “Plastic Hubs”), compresi i rifiuti di plastica in mare. Termine il 21 marzo 2022.
  • Linea D: infrastrutturazione della raccolta delle frazioni di tessili pre-consumo e post consumo, ammodernamento dell’impiantistica e realizzazione di nuovi impianti di riciclo delle frazioni tessili in ottica sistemica cd. “Textile Hubs”. Il termine di invio è il 23 marzo 2022.

In caso di necessità di chiarimenti, i limiti per la consegna delle richieste di precisazione saranno: 24 febbraio per gli avvisi A e B; 28 febbraio per l’avviso C e 3 marzo per l’avviso D.

La decisione di prorogare i termini è stata presa per ottenere una maggiore richiesta da parte delle aziende e delle P.A. del Sud Italia, visto l’annoso problema del trattamento e riciclo dei rifiuti. L’obiettivo del MiTE è quindi garantire il raggiungimento di una maggiore coesione territoriale, scopo indicato nel PNRR (60% dei fondi rivolti al Centro-Sud).

In ogni caso, le richieste sono già state moltissime, visto che alla data dell’11 febbraio, erano state presentate già 1.400 domande, per 1.600 milioni, in particolare da aziende del Centro-Nord.

Se sei un’azienda che si occupa di gestione rifiuti e vuoi maggiori informazioni, contatta Villani & Partners per conoscere i piani di finanziamento in modo dettagliato.