Pubblicato il nuovo Bando per la sicurezza sul lavoro ISI INAIL edizione 2020-2021

Dopo la revoca del bando 2019/2020, torna con l’edizione 2020/2021 il bando ISI INAIL finalizzato ad incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti.

Il bando ISI INAIL permette alle imprese di ottenere un contributo a fondo perduto fino a 130.000 euro.

La misura incentiva tutte le imprese (anche individuali) con sede in Italia e iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura, le medio/grandi imprese dell’agricoltura e, nello specifico dell’asse di finanziamento 2, anche gli Enti del terzo settore.

Sono escluse le imprese agricole alle quali è riservato il Bando Isi Agricoltura 2019/2020. 

I fondi messi sono suddivisi sui seguenti assi di finanziamento, differenziati in base ai destinatari e alla tipologia dei progetti che saranno realizzati:

Asse 1 – Progetti di investimento e per l’adozione di modelli organizzativi
Asse 2 – Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC)
Asse 3 – Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (MCA)
Asse 4 – Progetti per imprese operanti in specifici settori di attività (pesca o fabbricazione dei mobili)

L’agevolazione prevede un contributo a fondo perduto calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’IVA, in base alla tipologia di progetto.

Per gli Assi 1, 2, 3 e 4 il contributo è pari al 65% dei costi, con i seguenti limiti:

  • Assi 1, 2, 3, fino ad un contributo massimo di 130.000 €, un finanziamento minimo ammissibile pari a 5.000 €. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale di cui all’allegato (sub Asse 1.2) non è fissato il limite minimo di finanziamento;
  • Asse 4, fino ad un massimo di 50.000 € ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 2.000 €

Le date di apertura dello sportello di invio delle domande verranno comunicate con successivo provvedimento.