img img img img

Regione Veneto: bando per il consolidamento delle start-up innovative

Regione Veneto: bando per il consolidamento delle start-up innovative

Dal PR FESR 2021-2027 le intenzioni del bando che promuove il consolidamento delle start-up innovative nella fase “early stage”, per l’accesso alla successiva fase “early growth” propedeutica all’accesso al mercato, mettendo a disposizione una dotazione finanziaria di 4 milioni di euro:

Priorità 1: un’Europa più competitiva e intelligente attraverso la promozione di una trasformazione economica innovativa e intelligente e della connettività regionale alle TIC.
Obiettivo specifico 1.3: rafforzare la crescita sostenibile e la competitività delle PMI e la creazione di posti di lavoro nelle PMI, anche grazie agli investimenti produttivi.
Azione Azione 1.1.3 “Sostegno agli investimenti e alle attività di ricerca e di innovazione delle PMI” – SUB B “Sostegno alle attività di ricerca e di innovazione delle PMI”.

I beneficiari
Possono accedere al bando le start-up innovative costituite entro il 27/04/2023, data di pubblicazione del bando, e non prima di 60 mesi dalla presentazione della domanda di sostegno, con una unità operativa e attiva sul territorio regionale in cui realizzare il progetto.

Le spese ammissibili
a) Investimenti:
– beni strumentali materiali nuovi di fabbrica, strettamente funzionali all’attività d’impresa e agli obiettivi definiti nel progetto, con autonomia funzionale;
– beni strumentali immateriali di stretta pertinenza con l’attività d’impresa e con gli obiettivi di progetto.
b) Utilizzo di beni strumentali e beni immobili necessari per la realizzazione del progetto.
c) Consulenze specialistiche e servizi esterni:
– di carattere tecnico-scientifico;
– di validazione del Modello di Business;
– di accompagnamento alla brevettazione e alla tutela degli asset immateriali.
d) Spese per garanzie fornite da una banca, da società di assicurazione o da Consorzi di garanzia collettiva dei fidi per la garanzia fideiussoria necessaria per la richiesta dell’anticipo del sostegno concesso.
e) Spese di personale calcolate con un tasso forfettario del 20% della somma dei costi di cui alle precedenti categorie di spesa a), b), c), d) in conformità con quanto previsto dal Regolamento (UE).
f) Spese generali calcolate con un tasso forfettario del 7% della somma dei costi di cui alle precedenti categorie di spesa a), b), c), d), e) in conformità con quanto previsto dal Regolamento (UE).

La misura
Saranno sovvenzionate a fondo perduto fino al 60% delle spese ammissibili, con i seguenti limiti:

  • massimo 150 mila euro, per una spesa pari o superiore a 250 mila euro;
  • minimo 30 mila euro per una spesa pari a 50 mila euro;
  • nessun sostegno per spesse ammissibili inferiori a 50 mila euro.

Tali somme saranno erogate con un anticipo del 40% del contributo concesso su presentazione di idonea polizza fideiussoria, entro 120 giorni dalla pubblicazione della concessione; il saldo a conclusione dell’istruttoria della domanda di pagamento, solo se il progetto risulterà concluso entro il 04/03/2025.

La domanda
La domanda di ammissione ai fondi potrà essere presentata fino al 20 di luglio 2023, esclusivamente sul portale dedicato online.

Villani&Partners potrà affiancare le aziende interessate all’ottenimento del contributo, per le verifiche della documentazione e per tutte le pratiche necessarie, fino alla rendicontazione.