Toscana: in arrivo incentivi all’internazionalizzazione

3 Maggio 2017

La Regione Toscana ha pubblicato le linee-guida del bando Por Fesr 2014-2020 linea d’azione 3.4.2 “Incentivi all’acquisto di servizi a supporto dell’internazionalizzazione in favore delle PMI”.

L’obiettivo del bando è quello di migliorare la competitività delle PMI toscane e incentivarle ad operare sui mercati extra UE.

La regione Toscana ha previsto uno stanziamento di 8,5 milioni di euro per il triennio 2017-2019 al fine di incentivare gli investimenti per lo sviluppo di reti commerciali all’estero, come ad esempio la partecipazione a fiere, l’apertura di uffici e sedi espositive, attività di incoming rivolta ad operatori esteri e attività promozionale anche attraverso strumenti informatici innovativi.

I destinatari del bando sono le micro, piccole e medie imprese in forma singola o aggregata (almeno tre imprese). Gli importi minimi e massimi degli investimenti attivabili variano a seconda del soggetto. Per le micro, piccole e medie imprese si va rispettivamente da un minimo di 10.000, 12.500 e 20.000 euro ad un massimo di 150.000 euro. Per i Consorzi, Società Consortili e Reti-Soggetto, da 35 mila a 400 mila euro e per RTI e Rete-Contratto dalla somma del minimo previsto per la singola impresa partner a quella del massimo, sempre previsto per la singola impresa. Inoltre, la delibera stabilisce nel dettaglio anche i criteri di selezione dei progetti (valutazione, ammissibilità e premialità).

La dote finanziaria messa a disposizione per il bando 2017 è di 1,5 milioni di euro mentre sarà di 4,5 milioni nel 2018 ed i restanti 2,5 milioni nel 2019.

Il bando 2017 prevede due linee di azione:

  • “internazionalizzazione del sistema produttivo regionale: aiuti export MPMI manifatturiero”: destinato ad imprese operanti nell’industria e nei servizi;
  • “internazionalizzazione e promozione sui mercati esteri del sistema dell’offerta turistica delle MPMI”: destinato a aziende operanti nel turismo.

Il bando finanzierà le seguenti tipologie di investimenti:

  • partecipazione a fiere e saloni di rilevanza internazionale;
  • promozione mediante utilizzo di uffici o sale espositive all’estero;
  • servizi promozionali;
  • consulenze per il supporto specialistico all’internazionalizzazione;
  • consulenze per il supporto all’innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati.

Per maggiori dettagli si attende la pubblicazione del bando, prevista nel corso delle prossime settimane.